“In queste isole ubicate nella zona settentrionale del quartiere, le norme del piano convenzionato stabiliscono una edificazione estensiva con edifici a due piani e con rapporto di copertura di 1/4,5 equivalente cioè a circa un quinto della superficie fondiaria. La consistenza della iniziativa si articola su unità a due piani di tipo «duplex» disposte in edifici lineari ed in edifici isolati di caratteristiche e tagli diversi che offrono una vasta gamma di scelta. Nelle due isole sono stati applicati due criteri diversi; l’isola 26 Nord è stata organizzata come condominio chiuso con accesso unico custodito; dispone di una piscina con i relativi servizi riservata esclusivamente ai residenti dell’isola stessa; la 26 Sud ha invece caratteristiche di condominio aperto. La composizione planovolumetrica per entrambe è assiale e pressoché simmetrica; la viabilità interna crea una serie di spazi e di piazzette, adibite a zone di parcheggio, che caratterizzano l’ambiente entrando a far parte delle prospettive offerte dagli scatti degli allineamenti degli edifici. Nell’isola 26 Nord gli edifici lineari sono basati sull’impiego di unità «duplex» di un solo tipo; dispongono di un portico dal quale si accede all’ingresso dell’appartamento e serve anche come spazio coperto per il parcheggio. La consistenza degli appartamenti è di cinque stanze utili con bagno e doccia padronale più toilette di servizio. Gli edifici isolati hanno quattro appartamenti angolari «duplex», la cui consistenza è di cinque stanze utili con adeguati servizi: dispongono inoltre di garage e cantina ne piano seminterrato. Nell’isola 26 Sud gli edifici lineari hanno unità «duplex» la cui consistenza è di sette stanze utili con bagno e doccia padronali, e toilette di servizio; cantina e garage sono ubicati nel seminterrato. Gli edifici isolati hanno quattro appartamenti «duplex» con una consistenza di cinque stanze con doppi servizi più una toilette per gli ospiti; cantina e garage nel seminterrato e terrazza di copertura in uso privato agli appartamenti. La struttura è in cemento armato di tipo tradizionale con tamponature murarie intonacate e tinteggiate; le tramezzature interne sono in pannelli di gesso; l’impianto idrico-sanitario è razionalizzato con prefabbricazione dei blocchi igienici. Le coperture prevalentemente a tetto alla romana.” dai Quaderni SO.GE.NE 1973

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *